Flashback_exhibition 2017. Viaggi nel tempo con Tayou e King


Flashback_Exhibition

Pascale Marthine Tayou
PLASTIC TREE B
un’installazione a cura di Galleria Continua

Jean Apollinaire Tayou nasce in Camerun. A metà degli anni Novanta, cambia nome, lo declina al femminile diventando Pascal(e) Marthin(e) Tayou. Da questo momento ha inizio un incessante nomadismo artistico, geografico e culturale, che porta Tayou ad affermarsi come uno dei principali protagonisti del panorama artistico contemporaneo.  Il lavoro di Tayou si presenta molteplice, indomabile, trascinante, profondo, inatteso, proliferante e variopinto, sempre strettamente legato all’idea di viaggio e d’incontro con l’altro da sé, un viaggio che crea nuove prospettive da condividere. L’opera presenta l’albero come simbolo della stabilità e della resistenza della natura, mentre le buste di plastica che formano la chioma dell’albero, sono un feticcio, un prodotto base del mondo contemporaneo nella misura in cui accompagna i gesti del consumo urbano. Allo stesso tempo l’opera si presenta come un oggetto errante che vaga avanti e indietro tra il rurale e l’urbano.

courtesy Galleria Continua, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana

alberofb

[nov01][57]

[nov01][68]


Phillip King
BEHIND ICONIC SCULPTURES. The creative process evolution
a cura di Patrizia Bottallo

La mostra presenta lo studio del concepimento dell’idea artistica di Phillip King, uno tra i più importanti scultori inglesi della seconda metà del secolo scorso. Allievo di Anthony Caro e assistente di Henry Moore, King iniziò a farsi notare negli anni ’60 confermandosi un personaggio di spicco nel panorama artistico, ritenuto chiave di svolta della scultura moderna a livello internazionale. La mostra presenta una selezione inedita di rarissimi disegni, acquerelli e una scultura che documentano idee divenute capolavori, opere cardine della scultura inglese del XX secolo. La selezione dei disegni ha un grandissimo valore storico, infatti le carte sono disegnate su entrambe le facciate poiché estratte dal taccuino originale dello scultore inglese.

_G_03152 copia

_G_03150-1 copia

_G_03178 copia

Vai al Programma 2017

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...